fbpx

Guida al mare stupendo di Costa Rei

by panannablogdiviaggi
acqua limpidissima vista da uno scoglio verso riva

Se state pensando a una vacanza in famiglia in Sardegna, Costa Rei fa al caso vostro! Dopo un paio di volte in Costa Smeralda, complice la mia amica Silvia che pubblica bellissime immagini dal sud, abbiamo deciso di esplorare una nuova zona, facendo base a Costa Rei. 

Le spiagge più belle tra Costa Rei e Villasimius

La Sardegna è sicuramente famosa per le sue spiagge, e anche questa zona ha ampiamente soddisfatto le nostre aspettative! Qui si trovano calette di vario tipo, più o meno ampie, con spiaggia attrezzata o più selvaggia… ma ora vi mostriamo le nostre preferite, ordinate in puro ordine geografico, a partire dal centro di Costa Rei per arrivare sino a Villasimius. 

Spiaggia di Costa Rei

A soli 250 metri da casa nostra (trovata grazie alla Nuova Valmar Costa Rei che vi consigliamo di cuore), si trovava la lunga spiaggia di Costa Rei, dove si trovano sia lidi attrezzati con tutti i confort, sia ampi tratti di spiaggia libera. La sabbia è chiara e fina e il mare di un bell’azzurro intenso, con l’acqua che sale abbastanza velocemente. 

Ci siamo stati spesso il pomeriggio, o verso sera per goderci il tramonto, o meglio i suoi colori, perché in questa zona il sole non si vede sparire in mare, ma scendere dietro le colline.

spiaggia azzurra sud sardegna

La spiaggia azzurrissima di Costa Rei

Spiaggia di Santa Giusta e scoglio di Peppino

Lo scoglio di Peppino è uno dei luoghi iconici lungo la costa sud-orientale della Sardegna e con la spiaggia di Santa Giusta fa parte del comune di Castiadas, immediato proseguimento della spiaggia di Costa Rei. 

La spiaggia è divisa in due dall’omonimo promontorio di Santa Giusta, un bel punto panoramico dove vi consigliamo di fare tappa, passando accanto alla statua del Cristo enedicente, prima di concludere la breve passeggiata in spiaggia. Dopo aver lasciato l’auto al parcheggio, si vede prima la parte più ampia della spiaggia di Santa Giusta, mentre continuando la passeggiata oltre il promontorio, si raggiungono una caletta più piccola e caratteristica e infine il famoso scoglio di Peppino.

Lo scoglio si trova a qualche decina di metri dalla riva, raggiungibile a piedi, quando ci siamo stati noi l’acqua arrivava alla pancia nei punti più alti. È un buon punto con i bambini piccoli, perché lo scoglio ripara la riva dalle onde, anche se la spiaggia attrezzata più vicina si trova a qualche centinaio di metri di distanza, in entrambe le direzioni. Curiosità: lo scoglio rappresenta anche il confine tra la costa sotto il comune di Muravera, di cui Costa Rei è frazione, e quello di Castiadas. 

mare visto da uno scoglio

La vista dallo scoglio di Peppino

promontorio sul mare

In piccolo sul promontorio la statua del Cristo benedicente

Info utili per il parcheggio

Il parcheggio più comodo è a pagamento, lo trovate indicato su Google Maps come parcheggio per lo scoglio di Peppino e costa 10 euro per tutto il giorno (orario 8 – 20) e 6 euro per la mezza giornata. Si può pagare in moneta ma anche con il bancomat, in quest’ultimo caso abbiate cura di selezionare prima il tempo di permanenza e poi inserire il bancomat per il pagamento. 

Cala Monte Turno

Per una super vacanza in Sardegna è bene conoscere quali sono le spiagge protette dal maestrale, quel vento che da un lato fa sì che le spiagge siano sempre pulite, ma dall’altro potrebbe causare qualche fastidio quando soffia più forte.

Tra le spiagge vicine a Costa Rei, vi consigliamo in questo caso di andare alla bellissima cala di Monte Turno, nel comune di Castiadas: proprio il monte fa sì che questa caletta sia protetta dal vento, inoltre una passeggiata fino alla cima potrebbe essere un piacevole diversivo se anche voi come noi non riuscite a stare troppo fermi in spiaggia.  È una delle mie preferite per il suggestivo contrasto tra il verde della rigogliosa vegetazione del monte e l’azzurro cristallino del mare, che tende al turchese man mano che la profondità aumenta. 

spiaggia riparata dal maestrale vicino costa rei

Cala Monte Turno: un suggestivo contrasto tra verde e azzurro

Indicazioni per raggiungere la spiaggia di Cala Monte Turno

Troverete le indicazioni per la caletta lungo la strada che da Costa Rei va verso Villasimius, poco dopo aver passato il centro abitato di Sant’Elmo. Proseguite per qualche centinaio di metri sullo sterrato fino al parcheggio, che a inizio giugno era gratuito, ma in stagione è a pagamento e costa 10 euro dell’intera giornata. 

Cala Sinzias

È la spiaggia che si trova subito dopo Cala Monte Turno, percorrendo la strada tra Costa Rei e Villasimius, sempre nel comune di Castiadas. Si tratta di una cala più grande, lunga circa due chilometri, ma sempre con sabbia chiara e acqua cristallina, e il verde rigoglioso delle colline circostanti a fare da sfondo.

Ampio spazio è dedicato alla spiaggia libera, a giugno si poteva tranquillamente giocare a racchettoni, e noi ne abbiamo approfittato per un piccolo torneo in famiglia!

due ragazzi giocano a racchettoni in spiaggia

Cala Sinzias: perfetta per una partita a racchettoni

Cala Pira

È una delle spiagge più belle di questa zona, e a renderla ancora più particolare sono le sfumature di rosa che si possono notare lungo la riva, in quel tratto di litorale lambito dalle acque, dovute a minuscoli frammenti di corallo. La baia forma un arco lungo circa 400 metri, delimitato da un lato dall’omonima torre di Cala Pira, antica torre di avvistamento risalente al Cinquecento, dall’altro dalle scogliere di granito. Di fronte, invece, si può notare l’isola Serpentara

Rispetto alle spiagge precedenti, qui il mare degrada più lentamente, è una spiaggia che consigliamo quindi anche con i bambini più piccoli, insieme alle spiagge di Feraxi e Torre Giunco di cui leggerete a breve.   

In questi giorni di mare in famiglia, Lavinia ha iniziato a muovere i primi, incerti, passi nel mondo proprio qui a Cala Pira, un altro motivo per cui la nostra vacanza a Costa Rei ci rimarrà a lungo nel cuore!

spiaggia rosa in sardegna

I primi passi di Lavinia e la sabbia rosa a Cala Pira

Spiaggia di Porto Giunco

Si trova nel comune di Villasimius, sulla piccola penisola che rappresenta anche l’estremità sud-orientale della Sardegna. Non è esagerato definirla una piscina, dall’acqua bassa e limpida. Alle spalle dune di sabbia, da attraversare rimanendo sulle passerelle in legno, e lo stagno Notteri dove abbiamo avvistato qualche fenicottero. In mezzo una sottile striscia di sabbia bianchissima. 

La torre di Porto Giunco, costruita dagli spagnoli nel Seicento per difendersi dagli attacchi dei pirati, domina la baia, che fa parte dell’area marina protetta di Capo Carbonara. Al largo si può vedere l’isola dei Cavoli, una delle classiche tappe delle gite in barca che partono giornalmente dal porto di Villasimius.   

il mare a porto giunco villasiumius

Il mare è una piscina a Porto Giunco, una delle spiagge più indicate con bambini piccoli

stagno notteri

Lo stagno di Notteri, riserva marina protetta di Capo Carbonara

Informazioni utili per parcheggiare a Villasimius

Il parcheggio più comodo per raggiungere la cala di Porto Giunco è ampio e a pagamento, costa 5 euro di tutto il giorno. La comodità per le spiagge nel comune di Villasimius è che il biglietto per il parcheggio è valido per tutte le spiagge sul territorio comunale, dunque se durante la giornata cambiate spiaggia, non dovrete pagare nuovamente, ma soltanto mostrare il vostro biglietto. 

Spiaggia di Feraxi

Per l’ultima spiaggia che vi consigliamo nella nostra selezione delle spiagge più belle di Costa Rei e dintorni, ci spostiamo di qualche chilometro a nord, per raggiungere la spiaggia di origine vulcanica di Feraxi. Tra le spiagge che vi abbiamo consigliato è anche la più scomoda da raggiungere: mentre per tutte le altre lo sterrato che collega la strada principale al parcheggio è lungo soltanto qualche centinaio di metri, qui dura qualche chilometro, ma se cercate una spiaggia quasi deserta e selvaggia ne varrà la pena!

Si trova nel comune di Muravera e si raggiunge dopo aver superato Capo Ferrato: qui noi abbiamo fatto tappa per una breve escursione all’omonimo faro di Capo Ferrato; il paesaggio è suggestivo, ma il faro non si può visitare, un’escursione che consideriamo quindi non irrinunciabile. Prendetela in considerazione se il caldo non è ancora ai massimi livelli, altrimenti evitatela, è interamente esposta al sole.

Ma torniamo alla spiaggia di Feraxi, una bella distesa di sabbia color bronzo lunga circa tre chilometri, con alle spalle una fresca pineta, rifugio amato dai camperisti e dove anche noi abbiamo volentieri parcheggiato la nostra auto all’ombra.  La spiaggia è per lo più libera, ma vi si trovano anche un chiosco e ombrelloni a noleggio. È delimitata da una serie di scogli che formano delle piccole piscine naturali, il luogo perfetto per il primo bagno di Lavinia in un mare calmissimo. 

mamma e figlia piccola in acqua

Nella piscinetta a Feraxi dove Lavinia ha apprezzato per la prima volta il mare

A breve arriverà anche l’articolo dedicato a cosa fare a Costa Rei e dove alloggiare, ma intanto dopo questa carrellata sono curiosa: qual è la vostra spiaggia preferita se già siete stati a Costa Rei? O quale vi ispira di più?

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza. Speriamo che tu sia d'accordo, ma puoi evitarlo se lo desideri. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: